Presidi di Immobilizzazione

Categoria: Tutorial Pubblicato: Sabato, 25 Giugno 2016 Scritto da Super User

Collare cervicale (monovalva, bivalva)

Tavola spinale (Tavola, fermacapo,mentoniere, ragno)

KED (corpetto,cuscino,mentoniere)

Immobilizzatori per arti (rigidi a depressione)

Materasso a depressione

Importante

 
 Prima di applicare qualsiaisi presidio di immobillizzazione assicurare l'immobilizzazione del rachide  cervicale  mediante applicazione del collare cervicale.
La rimozione dei presidi di immobilizzazione è competenza del personale medico e infermieristico.
Collare cervicale
Presidio atto a garantire l'immobilizzazione del rachide cervicale al fine di :

Attenzione il collare cervicale deve essere applicato previa immobilizzazione e allineamento manuale del rachide cervicale mantenuta anche dopo l'applicazione del collare.

In commercio ne esistono di due tipi:

            

Tavola spinale

Sistema di immobilizzazione "Total Body" usato principalmente per il soccorso di pazienti con sospetta lesione alla colonna vertebrale;

Ulteriore caratteristica della tavola spinale è la versatilità che ne consente l'utilizzo su qualsiasi paziente in qualsiasi situazione;

Costituita da materiale plastico resistente, mantiene la forma anche in presenza di carichi notevoli ed è in grado di ridurre la dispersione di calore del paziente traumatizzato

Si compone di:

K.E.D.

Dispositivo di estricazione a corsetto.

Progettato per l'immobilizzazione della colonna vertebrale in pazienti con sospetta frattura o lesioni della colonna stessa.

Il KED comprende dispositivi utili ad una totale immobilizzazione della colonna :

KED situazioni particolari

Può essere applicato anche a pazienti:

Immobilizzatori per arti

Presidi progettati per l'immobilizzazione degli arti qualora sia sospettabile una o più fratture-

Gli immobilizzatori per arti (steccobende) possono essere:

Steccobende rigide

Sono costituite da un'anima di metallo rivestita da tessuto o da neoprene.

La chiusura della steccobenda è assicurata da chiusure a velcro.

Steccobende a depressione

Sono costituite da materiale plastico con all'interno palline in polistirene.

Consentono l'immobilizzazione dell'arto in qualsiasi posizione di reperimento.

il mantenimento in sede della steccobenda è garantito dalla depressione.

Materassino a depressione

Presidio progettato per l'immobilizzazione del paziente con sospette lesioni a carico della colonna vertebrale.

Sistema di immobilizzazione che consente rapidità di intervento ed efficacia.

Si basa sul principio di funzionamento delle steccobende a depressione.

Costituito da materiale plastico con all'interno palline di polistirene e suddiviso in camere di depressione.

La depressione si ottiene per mezzo di apposita pompa oppure con l'aspiratore di secreti.

 

 
Visite: 3009

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza e offrire servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie vai alla sezione